Comunicati

In materia di asilo, le responsabilità dei cantoni restano valide

 

La ritrovata mobilità post-Covid e la guerra in Ucraina contribuiscono ad esercitare un’elevata pressione migratoria sulla Svizzera, mettendo a dura prova le nostre infrastrutture. Grazie all’introduzione rapida e non burocratica dello statuto di protezione “S” e con gli importanti aiuti inviati all’Ucraina, la Svizzera fa onore alla propria tradizione umanitaria. Il PLR sottolinea in particolare l’impegno in questo ambito del Presidente della Confederazione Ignazio Cassis e della Consigliera federale Karin Keller-Sutte. In materia di asilo, i cantoni devono assumersi le proprie responsabilità e farsi carico dei compiti esecutivi.

Leggi tutto

A Burgdorf Alessandra Gianella eletta vicepresidente nazionale

Il PLR è pronto per una campagna elettorale 2023 di successo. Grazie a due iniziative popolari depositate negli ultimi 18 mesi e considerando i promettenti risultati nelle recenti votazioni cantonali, il nostro partito ha il vento in poppa. I nostro presidente Thierry Burkart ha incitato i circa 900 liberali radicali presenti a Burgdorf a battersi per la libertà, la coesione e il progresso, e a vincere insieme le elezioni federali. I delegati presenti nel Canton Berna hanno inoltre eletto la ticinese Alessandra Gianella quale nuova vicepresidente del PLR svizzero.

Leggi tutto

Il PLR lo ringrazia per il suo impegno in favore della Svizzera

Il PLR ha preso atto dell’annuncio delle dimissioni del Consigliere federale UDC Ueli Maurer per la fine di quest’anno e lo ringrazia per i suoi quattordici anni di impegno in Consiglio federale in favore della Svizzera. Grazie al suo importante lavoro alla testa del Dipartimento federale delle finanze (DFF), ha saputo tenere sotto controllo i conti dello Stato.

Leggi tutto

Il PLR proseguirà il suo impegno per l’abolizione del valore locativo

Il PLR si rammarica che la soppressione del valore locativo sia stata rimandata alle calende greche. La proposta di rinvio del Centro ha soffocato una discussione costruttiva ancor prima ancora che potesse avere luogo, con la conseguenza che l’abolizione del valore locativo – attesa da tempo – è, una volta di più, inutilmente ritardata. L’obiettivo del PLR resta quello di eliminare questa imposta nefasta e di sgravare quindi il ceto medio e i futuri proprietari di abitazioni

Leggi tutto

Il Gruppo liberale radicale alle Camere federali sostiene il controprogetto indiretto all’iniziativa sui ghiacciai

Il controprogetto indiretto all’iniziativa sui ghiacciai prevede di introdurre valori limite concreti per raggiungere l’obiettivo emissioni zero entro il 2050 senza dover ricorrere ad una modifica della Costituzione. Una proposta che ricalca la posizione del PLR. Per questo motivo, il Gruppo liberale radicale alle Camere federali ha deciso quest’oggi di sostenere, in occasione del voto finale, il progetto rivisto come forma di compromesso. In vista delle prossime decisioni sulla nuova legge sul CO2, il PLR si impegnerà affinché siano eliminati i doppioni presenti nei due progetti e che i costi siano ridotti.

Leggi tutto

Il PLR chiede un esame critico

Lo scorso 6 settembre, il Consiglio federale ha annunciato di aver ricevuto una richiesta di sostegno temporaneo per la liquidità da parte di Axpo Holding SA per un ammontare di 4 miliardi di franchi. Considrando l’importanza dell’azienda nel contesto della sicurezza dell’approvvigionamento energetico, il governo ha giustamente deciso di attivare il meccanismo di salvataggio attraverso un’ordinanza urgente, che ha permesso di mettere a disposizione di Axpo la linea di credito. Per questo motivo, il gruppo parlamentare PLR sosterrà in Parlamento – nel corso della sessione straordinaria convocata per questo aspetto – il credito supplementare proposto. Tuttavia, numerose domande restano ancora senza risposta. Il PLR chiede dunque al Consiglio federale e alle parti coinvolte, di procedere ad un esame critico della situazione e di trarne le relative conclusioni.

Leggi tutto

Le svizzere e gli svizzeri si assumono le proprie responsabilità

Il doppio SI alla riforma AVS 21 rappresenta una vittoria capitale per la politica ragionevole e aperta al compromesso tipica della Svizzera. La riforma adottata dal Parlamento lo scorso mese di dicembre 2021 oggi è stata sostenuta anche da popolo e Cantoni. La popolazione non si è lasciata raggirare dalle menzogne della sinistra nel corso della campagna e ha scelto di guardare al futuro e di stabilizzare la nostra più importante conquista sociale. L’iniziativa sull’allevamento intensivo è stata respinta. È una buona notizia, perché l’iniziativa metteva in pericolo la competitività della nostra filiera agricola. Il PLR si rammarica tuttavia del fatto che la riforma dell’imposta preventiva non abbia superato l’ostacolo delle urne. La riforma avrebbe permesso di rafforzare la Svizzera nel suo ruolo di piazza economica e finanziaria, un ruolo ancor più importante in questo periodo d’incertezza.

Leggi tutto

Richieste chiare, maggiore qualità e costi stabili

Il PLR è preoccupato per l’esplosione dei costi della salute. I nostri vicepresidenti e Consiglieri nazionali Andri Silberschmidt e Philippe Nantermod hanno presentato oggi a Berna le nostre richieste e proposte contenute in un documento dal titolo “Concorrenza, qualità e digitalizzazione: misure per arginare l’aumento dei premi dell’assicurazione malattia”. Questo documento di rivendicazioni costituisce una base di lavoro nel quadro delle revisioni legislative in corso e per numerosi interventi che il Gruppo liberale radicale promuoverà con l’obiettivo di porre un freno all’aumento dei costi della salute e di migliorare la qualità delle cure.

Leggi tutto

Situazione insoddisfacente nelle imprese vicine alla Confederazione

Il Consiglio degli Stati ha respinto oggi una mozione del Gruppo liberale radicale che mirava a migliorare la governance delle aziende vicine alla Confederazione. La nostra mozione, adottata dal Consiglio nazionale nel corso della sessione autunnale 2021, chiedeva di fare davvero chiarezza sulle procedure e sulle responsabilità nella gestione delle aziende vicine alla Confederazione. La proposta avrebbe anche permesso di rispondere ampiamente alle raccomandazioni dell’OCSE in materia di buona governance. Il PLR si rammarica per questa decisione, ma continuerà ad impegnarsi per una gestione chiara e uniforme delle aziende vicine alla Confederazione.

Leggi tutto

Il PLR promuove due interventi parlamentari

La sicurezza dell’approvvigionamento di elettricità della Svizzera è sotto pressione, sia a corto, sia a lungo termine. Oltre alle misure già previste dal Consiglio federale e dal Parlamento, è necessario che gli impianti di produzione di elettricità attraverso energie rinnovabili siano velocemente sviluppati. È il motivo per cui il PLR ha depositato una mozione in questa direzione all’inizio della sessione autunnale delle Camere federali. Siccome la popolazione e le imprese sono disorientate a proposito del nostro approvvigionamento energetico e visto che il Consiglio federale tarda ad informare compiutamente sul tema, il Gruppo parlamentare liberale radicale ha anche chiesto – attraverso un’interpellanza urgente - un dibattito urgente in Parlamento.

Leggi tutto

Il PLR chiede di rafforzare le capacità della difesa

Il PLR si sta assumendo la responsabilità della politica di sicurezza. Il presidente del partito e Consigliere agli Stati, Thierry Burkart, le Consigliere nazionali Maja Riniker e Jacqueline de Quattro e il coautore dello studio Andreas Heizmann hanno presentato oggi a Berna lo studio "L'invasione russa dell'Ucraina: un campanello d'allarme per la politica di sicurezza". L’analisi descrive anche come dovrebbe essere impostata in futuro la politica di difesa della Svizzera.

Leggi tutto

Elezione della 2a vicepresidente del Consiglio nazionale nel corso della sessione invernale

 

Il Gruppo liberale radicale alle Camere federali ha scelto oggi di proporre la Consigliera nazionale Maja Riniker per il ruolo di 2a vicepresidente del Consiglio nazionale. Il PLR si congratula calorosamente con Maja Riniker per la sua nomina ed è convinto che con questa scelta si proponga un’eccellente candidata. La Camera bassa eleggerà la presidenza per il prossimo anno all’inizio della sessione invernale.

Leggi tutto

I delegati sostengono la riforma dell’imposta preventiva e dicono no all’iniziativa «Stop F-35»

Nel corso dell’Assemblea dei delegati ad Andermatt, i delegati del PLR svizzero hanno adottato un documento di posizione sulla politica europea, così come una serie di richieste in materia di politica di sicurezza e politica migratoria. Il Presidente della Confederazione Ignazio Cassis e la Consigliera federale Karin Keller-Sutter hanno analizzato la situazione della politica europea e della migrazione, con sullo sfondo i temi legati alla guerra in Ucraina. In vista delle prossime votazioni, i delegati hanno sostenuto la riforma dell’imposta preventiva (251 si, 3 no, 1 astenuto) e respinto l’iniziativa “Stop F-35” (1 si, 236 no, 2 astenuti).

Leggi tutto

Il PLR vuole preservare l’attrattività della Svizzera

Il Consiglio federale ha presentato oggi il suo messaggio a proposito dell’attuazione dell’imposta minima prevista dall’OCSE in Svizzera. Il PLR è in generale contrario all’eliminazione della concorrenza fiscale internazionale. È però altrettanto chiaro che un’introduzione anche in Svizzera dell’imposta minima dell’OCSE è inevitabile. La proposta del Consiglio federale va nella giusta direzione. Il PLR si impegnerà nei prossimi dibattiti parlamentari per un’attuazione il più semplice possibile nell’interesse stesso della Svizzera, che garantisca l’attività della nostra piazza economica anche in futuro.

Leggi tutto

L’iniziativa sulle pensioni resta una proposta costruttiva

A causa dell’evoluzione demografica, l’AVS registra deficit sempre più importanti. Senza un correttivo, il deficit totale toccherà i 13,7 miliardi di franchi nel 2032 e il fabbisogno finanziario dell’AVS salirà a 200 miliardi di franchi. Il finanziamento delle nostre rendite è quindi in pericolo. L’urgenza è evidente, eppure il Consiglio federale lo scorso mese di novembre ha respinto l’iniziativa dei Giovani Liberali Radicali svizzeri e adottato oggi il suo messaggio all’attenzione del Parlamento. Il PLR proseguirà il proprio impegno alle Camere in favore di una riforma strutturale dell’AVS che permetta di garantire le rendite senza gravare sulle generazioni future o sull’economia Per questo motivo, il PLR si batte in prima linea affinché il progetto AVS21 venga accettato in votazione popolare.

Leggi tutto

Il PLR sostiene il controprogetto indiretto all’iniziativa sui ghiacciai

Approvando il controprogetto indiretto all’iniziativa sui ghiacciai, il Consiglio nazionale – con il sostegno del PLR – ha aperto la via verso l’obiettivo zero immissioni nette di gas serra entro il 2050. Inserito nel contesto della legge sul clima, il controprogetto getta in modo efficace le basi per una riduzione significativa dell’utilizzo di carburanti e combustibili fossili, senza vietarli totalmente. Contrariamente all’iniziativa, il controprogetto permetterà di attivare più rapidamente e in modo più mirato misure legislative che permettano di mantenere i nostri impegni legati all’accordo sul clima di Parigi. Il PLR si impegnerà anche al Consiglio degli Stati per questa soluzione costruttiva.

Leggi tutto

Il PLR si oppone alla politica declamatoria della sinistra e dell’Alleanza del Centro

Il Consiglio nazionale ha affrontato oggi la modifica, proposta dal Consiglio federale, della legge sugli embarghi (Legge federale sull’applicazione di sanzioni internazionali). Il progetto era basato su un compromesso equilibrato. Tuttavia, un’alleanza tra la sinistra e l’Alleanza del Centro si è purtroppo imposta e vuole – accettando una proposta del PS – permettere alla Svizzera di emettere sanzioni in modo indipendente. Il PLR si è fermamente opposto a questa politica declamatoria. È importante che la Svizzera non si comporti da cavaliere solitario, ma che applichi delle sanzioni mirate ed efficaci in collaborazione con i suoi partner.

Leggi tutto

Migliorare la conciliazione tra lavoro e famiglia

Il PLR accoglie favorevolmente la decisione del Consiglio nazionale di accettare di prolungare fino al 2024 – a titolo di soluzione transitoria – i contributi federali per la custodia dei bambini complementare alla famiglia. Questa decisione permette di evitare una lacuna di finanziamento e concede più tempo per elaborare in modo approfondito una nuova legge, peraltro già in fase di preparazione. Il PLR si impegna da anni per condizioni quadro più mirate nel quadro della conciliabilità tra vita famigliare e lavorativa. È quindi fondamentale cogliere questa opportunità per promuovere in modo duraturo e in modo liberale questa conciliabilità.

Leggi tutto