NO all’iniziativa 99%, SI al matrimonio per tutti

La popolazione prende delle chiare decisioni

Con il voto di oggi, le svizzere e gli svizzeri hanno nettamente respinto l’iniziativa 99% della Gioventù socialista (GiSO). Il PLR è soddisfatto di questo risultato. Il popolo si è infatti chiaramente schierato dalla parte di una piazza economica svizzera attrattiva e contro una proposta populista senza alcun nesso con la realtà. Oggi è stata inoltre aperta la via verso il matrimonio tra coppie dello stesso sesso, grazie ad una chiara maggioranza ei votanti. Da un punto di vista liberale, si tratta di una scelta positiva, perché lo Stato non deve intervenire nella nostra vita privata e sopprattutto non in maniera moralizzatrice.

Nessuna chance per l’iniziativa 99%

Le cittadine e i cittadini svizzeri, una volta di più, hanno dimostrato di non essere disposti a farsi illudere dalla retorica di lotta di classe della Gioventù socialista (GiSo), ma hanno chiaramente compreso che l’iniziativa 99% avrebbe creato problemi ad una larga fetta della popolazione. L’iniziativa non avrebbe infatti colpito soltanto quelli che pretendeva prendere di mira – ossia l’1% più ricco – ma anche imprenditori, PMI, start-up, agricoltori, proprietari della propria casa e piccoli investitori. Il chiaro NO emerso oggi dalle urne, rappresenta un importante sostegno allo spirito imprenditoriale e ad una piazza economica elvetica competitiva e attrattiva. Difendendo il valore liberale radicale della coesione, il PLR continuerà anche in futuro ad opporsi a simili velleità , che non risolvono i problemi, ma creano soltanto divisioni.

SI al matrimonio per tutti

Con il convincente SI al “matrimonio per tutti”, la Svizzera lancia un segnale chiaro affinché tutte le coppie abbiano gli stessi diritti e gli stessi doveri, siano esse eterosessuali o omosessuali. Da un punto di vista liberale, l’apertura al matrimonio per le coppie dello stesso sesso rappresenta un passo avanti importante e atteso da tempo. Lo Stato non deve intervenire nelle nostre vite private, e soprattutto non deve farlo in maniera moralizzatrice. Di conseguenza, le coppie dello stesso sesso dovrebbero al contempo avere diritto di contrarre un matrimonio civile, avere accesso all’adozione e al dono di sperma. Il matrimonio per tutti rispecchia la nuova realtà sociale della Svizzera. Siccome sarebbe peccato interrompere questo percorso virtuoso in corso d’opera, è quanto mai necessario intervenire per appianare un’altra ineguaglianza nel matrimonio civile: le coppie sposate sono attualmente svantaggiate sul piano fiscale rispetto alle coppie non sposate. Ragion per cui è quanto mai importante sostere l’iniziaitva per l’imposizione individuale lanciata dalle Donne PLR svizzere. L’iniziativa chiede che i redditi di una persona sposata siano tassati individualmente.

Firmate e sostenete l’iniziativa.

PLR.I Liberali Radicali. Avanti insieme.