La popolazione dice 3 volte si

Un’importante cooperazione internazionale rimane operativa

Piacevole: la popolazione sostiene chiaramente Frontex-Schengen. Il PLR si impegna senza riserve in favore di una collaborazione costruttiva con l’Europa e di una politica europea coerente da parte della Svizzera. Fortunatamente, le posizioni insensate della sinistra non hanno convinto la popolazione. Per contro, l’approvazione della legge sul cinema non è positiva. Il PLR si era chiaramente espresso contro questa legge, perché non sarà in grado di migliorare la qualità dei film svizzeri, appesantendo al contempo i costi a carico dei consumatori. La legge sui trapianti è stata approvata, il che rappresenta un’ottima notizia!

Frontex-Schengen: un si in favore della sicurezza

È soprattutto in periodi come quelli che stiamo vivendo con la guerra in Ucraina che ci rendiamo davvero conto dell’importanza della cooperazione internazionale e della protezione delle nostre frontiere esterne. Il PLR ha sempre appoggiato e sostenuto lo sviluppo del corpo europeo di guardie di confine e di guardia costiera. Il percentaggio chiaro di voti favorevoli rappresentano un’approvazione per Frontex-Schengen e un si chiaro alla nostra sicurezza e ad una Svizzera attiva e collaborativa nel cuore dell’Europa. Contrariamente a quanto pretendeva la sinistra nel corso della campagna, un no avrebbe rappresentato un danno considerevole in materia di politica europea. Il risultato del giorno è dunque da salutare positivamente e dimostra che la popolazione non si è lasciata raggirare dalla sinistra.

Un aumento dei costi a causa dell’approvazione della legge sul cinema

È con rammarico che il PLR prende atto del si alla legge sul cinema. Ci siamo battuti a fianco dei Giovani Liberali Radicali svizzeri contro una legge sul cinema che ci mette sotto tutela. Il PLR ha respinto questa revisione, perché imporre un’offerta non migliora la qualità. La nuova legge è statalista ed è negativa per la libertà di scelta dei consumatori. Inoltre, i consumatori stessi risulteranno ulteriormente tassati dal profilo finanziario.

Si al consenso presunto alla donazione di organi

L’approvazione chiara del consenso presunto per la donazione di organi prova che il progetto di legge ha convinto le cittadine e i cittadini. La revisione della legge permette di aumentare il numero di donatori potenziali con l’obiettivo di salvare più vite ogni anno. Il nuovo sistema lascia sempre la possibilità alle persone e ai parenti di opporsi a qualsiasi dono di organi. Inoltre, il nuovo regime assicura il coinvolgimento dei parenti sostenendoli in una situazione difficile.

PLR.I Liberali Radicali. Avanti insieme.

Thierry Burkart
Roberto Ramphos
Arnaud Bonvin
Floriane Wyss