Il PLR si oppone al ritorno dei test gratuiti

Legge Covid: nessun assegno in bianco per il Consiglio federale

Sostenendo in modo chiaro la legge Covid domenica scorsa, le svizzere e gli svizzeri hanno scelto la strada più ragionevole per un ritorno alla normalità. Ciononostante, la crisi prosegue e il PLR, di conseguenza, approva la decisione di prolungare le basi legali della legge Covid che consentono di adottare misure di lotta alla pandemia. Al contrario, il PLR rifiuta di affidare al Consiglio federale un assegno in bianco sulle misure di sostegno economico per tutto il 2022. Allo stesso modo, ci opponiamo in modo chiaro al ritorno ai test gratuiti per le persone asintomatiche.

[Translate to Italiano:]

[Translate to Italiano:]

Grazie al risultato di domenica scorsa sulla revisione della legge Covid, molte imprese dispongono finalmente di maggiori certezza per quanto concerne la loro pianificazione. Il Consiglio federale propone ora di prolungare alcune disposizioni dio legge oltre la fine dell’anno. Siccome la pandemia sta proseguendo, il PLR sostiene questo approccio che permetterà di adottare misure concrete nei prossimi mesi.

Nessun assegno in bianco per il Consiglio federale

Il Consiglio federale non deve invece ricevere un assegno in bianco fino alla fine del 2022. Se la necessità di aiuti economici dovesse manifestarsi nel corso del 2022, le Camere federali avranno la possibilità di intervenire di conseguenza. La situazione economica del nostro Paese è buona e quindi il PLR si oppone all’ipotesi di affidarsi ad una costosa politica statalista di mantenimento strutturale. Il PLR è comunque aperto ai compromessi e potrebbe quindi appoggiare un prolungamento degli aiuti economici fino a metà 2022.

Rinunciare al vaccino è una scelta personale

Il PLR continua ad opporsi categoricamente alla reintroduzione dei test gratuiti sostenuta dall’alleanza contro natura formata da UDC e sinistra. Infatti, la scelta di non farsi vaccinare è personale ed implica un’assunzione di responsabilità. Di conseguenza, i costi generati da questa scelta individuale non devono ripercuotersi sulla collettività. Il PLR, una volta di più, fa appello alla responsabilità individuale di ognuno.

PLR.I Liberali Radicali. Avanti insieme.

Philippe Nantermod
Arnaud Bonvin
Floriane Wyss