Comunicati

Il PLR approva il lancio di un pacchetto di negoziati

Il PLR sostiene la volontà del Consiglio federale di riaffermare il ruolo della via bilaterale e di promuovere un importante pacchetto di negoziati con l’UE, richiesta già formulata dal partito negli scorsi mesi. Gli accordi bilaterali sono, e restano, l’unica soluzione per garantire la prosperità della Svizzera in modo duraturo. Per il PLR, appare quindi opportuno che il Consiglio federale proponga un approccio settoriale per regolare gli aspetti istituzionali. Per i settori considerati vitali, è necessario prevedere una serie di clausole di salvaguardia nel contesto della ripresa dinamica del diritto. Si tratta ora di creare le condizioni, sul piano interno e su quello esterno, per trovare una soluzione in grado di raccogliere una maggioranza. Infine, il PLR si impegnerà con tutte le forze per il proseguimento del programma Frontex. Un no a questo progetto metterebbe infatti in pericolo il futuro del percorso bilaterale.

Leggi tutto

La Svizzera deve offrire i suoi buoni uffici e sostenere le sanzioni

Leggi tutto

Dichiarazione dell'FDP sull'attuale conflitto in Ucraina

Nel cuore stesso dell’Europa si stanno dispiegando forze armate e soffiano sempre più insistenti i venti di guerra. Si ricorre alla minaccia di far ricorso alla violenza, si utilizza la forza e si agisce tramite la disinformazione. La sovranità e l’integrità territoriale degli Stati sono rimesse in causa e si fa strame del diritto internazionale. L’attuale situazione di crisi lo dimostra una volta di più: sicurezza e libertà non vanno dati per scontati e non sono gratuiti. La Svizzera deve quindi impegnarsi per la sicurezza e la pace sul piano internazionale, in paticolare in seno all’ONU e all’OSCE. D’altro canto, la crisi ucraina mostra chiaramente l’importanza di avere a disposizione un esercito ben equipaggiato e ben preparato e che l’acquisto degli aerei da combattimento è urgente. Perché le minacce di tipo convenzionale sono reali e tutto fuorché fittizie.

Leggi tutto

Il PLR ringrazia Beat Walti per il suo grande impegno quale capogruppo in parlamento

Nel corso della seduta di oggi, i membri del Gruppo parlamentare PLR alle Camere federali hanno eletto al ruolo di capogruppo liberale radicale il Consigliere nazionale Damien Cottier (19 voti, 18 voti per Olivier Feller). Il neocastellano succede così al Consigliere nazionale Beat Walti ed entrerà in carica all’inizio della sessione di primavera del Parlamento, lunedì 28 febbraio 2022. Il PLR si congratula con Damien Cottier per la sua nomina e ringrazia di cuore Beat Walti per il suo instancabile impegno alla guida del Gruppo nel corso degli ultimi quattro anni. Il ringraziamento si estende a Olivier Feller per la sua candidatura. L’elezione del vice capogruppo è prevista per il 1° marzo prossimo.

Leggi tutto

Il PLR approva gli importanti allentamenti

La fine della particolare situazione che stiamo vivendo è a portata di mano e perciò il PLR approva gli allentamenti decisi oggi dal Consiglio federale. Il ritorno alla normalità non deve tuttavia farci dimenticare l’importanza di trarre delle lezioni da quanto successo negli ultimi due anni. È il solo modo per evitare che gli errori commessi si ripetano. Il Dipartimento federale dell’Interno (DFI), con Alain Berset in testa, e l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) devono assumersi le loro responsabilità. È necessario chiarire fin da subito la strategia con cui la Svizzera intende proteggersi contro eventuali nuove pandemie o contro nuove ondate di Covid-19.

Leggi tutto

Il PLR è poco soddisfatto dalla domenica elettorale

Nonostante la retorica della lotta di classe della sinistra, l'elettorato ha purtroppo respinto l'abolizione della tassa di bollo. Con il No all'abolizione di questa tassa, le PMI e le start-up in particolare continueranno ad essere svantaggiate. Tuttavia, il PLR continuerà a battersi in Parlamento per l'abolizione delle tasse inutili e in favore dell'attrattività della Svizzera come piazza economica, soprattutto in vista della revisione fiscale dell'OCSE. D'altra parte, il PLR è soddisfatto del no al pacchetto di aiuti ai media. La popolazione rifiuta la perdita di indipendenza del quarto potere attraverso milioni di sovvenzioni. Non sorprende infine il No al divieto per la sperimentazione animale e umana, che protegge la Svizzera come centro per la ricerca, e il deplorevole Sì al divieto della pubblicità per il tabacco.

Leggi tutto

I delegati PLR adottano posizioni chiare per le future votazioni

Nel corso dell’Assemblea dei delegati PLR a Montreux, sono stati adottati una risoluzione sulla sicurezza nell’approvvigionamento di elettricità e un documento di posizione sulle infrastrutture. Inoltre, i delegati - alla presenza del Presidente della Confederazione, Ignazio Cassis e della Consigliera federale Karin Keller-Sutter - hanno espresso le raccomandazioni di voto sul contributo della Svizzera a Frontex (si), sulla Lex Netflix (no), così come sulla riforma AVS21 (si). Alla vigilia dell’ADD, la Conferenza dei presidenti cantonali del partito si è espressa in favore della legge sui trapianti.

Leggi tutto

L’elezione avrà luogo il 18 febbraio 2022

Sono due i candidati pronti a succedere al capogruppo PLR alle Camere federali Beat Walti. Con Olivier Feller e Damien Cottier, entrambi membri del Consiglio nazionale, il PLR può contare su due eccellenti candidati. Il Gruppo PLR alle Camere eleggerà il suo nuovo capogruppo il prossimo 18 febbraio.

Leggi tutto